Migliori levigatrici a nastro

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (6 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

 

Guida per scegliere la migliore levigatrice a nastro

 

Smussare e limare oggetti realizzati in differenti materiali, dal legno al metallo, è un’operazione senza dubbio agevolata dall’utilizzo di una levigatrice, disponibile sul mercato in differenti forme e con diverse funzioni e tipologie.

Per aiutarti a capire quale si presta al meglio a soddisfare le tue necessità abbiamo realizzato questa guida che si focalizza in particolare sugli aspetti più importanti da considerare e sulle recensioni dei modelli a nastro.

A.1 Levigatrice a nastro

 

Nastro abrasivo

 

Il principale carattere distintivo di queste genere di elettroutensili è rappresentato dal materiale con cui sono realizzate le lame abrasive che eseguono l’operazione di levigatura e che, nel caso dei modelli a nastro, è rappresentato da un nastro (appunto…) abrasivo.

Sul mercato ci sono numerose tipologie di levigatrici, più o meno adatte alla lavorazione di determinati materiali e, mettendo a confronto i prezzi, più o meno economiche. In questa sede ci occupiamo appunto degli apparecchi a cui si può agganciare la carta vetrata, che il motore del dispositivo si occuperà di azionare e la cui interazione con legno, plastica o metallo garantirà l’azione levigante. A loro volta le levigatrici a nastro si dividono in due categorie: quelle che utilizzano carta vetrata che deve essere bloccata su un morsetto e quelle che accettano strisce che si agganciano con il velcro. Queste ultime consentono di sostituire il nastro in modo davvero facile e veloce, a tutto vantaggio della praticità e dell’efficacia della lavorazione.

Nell’ottica di disporre di un prodotto da utilizzare in modo gratificante valuta eventualmente di comprare un apparecchio con sistema automatico di centraggio del nastro che si occuperà di tenere la carta nella corretta posizione durante l’intera operazione di levigatura.

 

 

La nostra raccomandazione

 

 

Bosch PBS 75 AE SET

 

1. Bosch PBS 75 AE SETPotente e robusto, il modello di Bosch abbina queste due caratteristiche per proporsi come una delle migliori levigatrici a nastro del 2016 e per posizionarsi come nostro principale consiglio d’acquisto. Merito della sua ottima ergonomia, frutto di un design compatto che le conferisce un’eccellente maneggevolezza. Ciononostante, grazie all’elevata capacità di asportazione, si dimostra particolarmente adatta per le grandi superfici.

I sistemi di serraggio e di centraggio del nastro abrasivo assicurano sicurezza durante la lavorazione e un’elevata semplicità quando occorre sostituire la carta di levigatura. Vanta inoltre il sistema Electronic sviluppato da Bosch che permette di preselezionare il numero di giri a seconda del tipo di materiale da levigare nonché di controllare la velocità del nastro agendo su una rotellina ad hoc.

Il prezzo di questo utensile è di fascia medio/alta ma si tratta di un prodotto che assicura prestazioni di ottimo livello, come confermato anche da molti tra coloro che hanno già avuto modo di provarlo.

Vai alle offerte migliori su Amazon.it

 

 

Potenza e velocità

 

La scelta di un determinato modello di levigatrice è subordinato al tipo di utilizzo che intendi farne e anche la potenza del motore segue la stessa logica. Tipicamente i modelli a nastro sprigionano potenze variabili da un minimo di 300/400 Watt a valori superiori al migliaio. Secondo il nostro parere è meglio optare per un apparecchio da 700-750 Watt, che assicuri una velocità di rotazione del nastro tra i 200 e i 350 giri al minuto. In questo modo potrai lavorare in totale tranquillità, ottenendo risultati di livello semi-professionale.

La maggior parte degli apparecchi in vendita sono alimentati con batterie ricaricabili, possono essere utilizzate lontano dalla corrente elettrica e garantiscono una certa libertà di movimento e possibilità d’utilizzo anche all’esterno.

Se invece sai per certo che non ti troverai mai a utilizzare la levigatrice fuori della tua officina o dal tuo laboratorio, puoi tranquillamente valutare l’acquisto di un modello a filo.

 

 

Materiali e accessori

 

Uno degli aspetti che si collocano ai primi posti della classifica delle discriminanti di cui tenere conto prima dell’acquisto è rappresentato dai materiali utilizzati per l’assemblaggio della levigatrice a nastro. Visto che deve interagire con legno, metalli ecc, opta per un apparecchio solido, che può avere anche lo chassis in plastica ma che sia innervato con componenti in alluminio che lo rendano più robusto.

Per garantire una lavorazione precisa, infine, scegli un dispositivo che sia anche dotato di sistema integrato per l’aspirazione della polvere generata dall’operazione di levigatura che verrà incanalata in un contenitore ad hoc.

Questi accorgimenti incideranno sul prezzo finale della levigatrice a nastro ma ti permetteranno di disporre di un attrezzo più versatile, comodo da utilizzare in ogni ambito e in grado di mantenere pulito l’ambiente di lavoro.

 

 

Le migliori levigatrici a nastro del 2016

 

Per eseguire al meglio operazioni di levigatura sia a livello semi-professionale sia hobbistico, l’acquisto di una levigatrice a nastro è un passaggio praticamente obbligato.

In questa pagina abbiamo messo a confronto quelle che secondo noi sono le cinque migliori levigatrici a nastro del 2016 e ne abbiamo evidenziato pro e contro, così da aiutarti a decidere quale possa fare al caso tuo.

 

 

Black & Decker KA86-QS

 

2.Black & Decker KA86-QSBlack & Decker è un brand che possiamo considerare una garanzia nell’ambito dei dispositivi per il fai da te e il bricolage e non stupisce dunque che una levigatrice della casa statunitense occupi il secondo posto della nostra classifica.

Questo apparecchio si contraddistingue per un ottimo rapporto tra qualità e prezzo, in virtù di un costo finale estremamente aggressivo e della potenza assicurata dal motore da 720 Watt, ideale per la levigatura di superfici medie e ampie.

Tra i suoi tratti distintivi ci sono: il particolare design angolato del nastro che permette di raggiungere e levigare più da vicino i bordi, il sistema di allineamento automatico che assicura un saldo ancoraggio del nastro e la presenza di un sacchetto raccoglipolvere che contribuisce a mantenere pulito l’ambiente di lavoro. La possibilità di cambiare velocemente il nastro agendo sull’apposita leva è uno degli aspetti che maggiormente hanno conquistato coloro che l’hanno già acquistata.

 

Vai alle offerte migliori su Amazon.it

 

 

 

Einhell RT-BS75

 

4.Einhell RT-BS75Mettendo in comparazione i vari modelli di levigatrici in vendita è facile notare come questo modello di Einhell si faccia notare per un prezzo davvero aggressivo. Nonostante il costo inferiore a quello degli altri apparecchi presenti in classifica, la RT-BS75 si dimostra flessibile e versatile grazie alla regolazione elettronica dei giri e alla semplicità con cui si accede al nastro per sostituirlo quando è usurato.

Il comfort durante l’operazione d’asportazione del materiale in eccesso è assicurata da un’impugnatura ergonomica regolabile su tre posizioni e, qualora desideri mantenere l’ambiente pulito, è possibile aggiungere il contenitore per l’aspirazione degli scarti della lavorazione.

Se ti stai interrogando su quale levigatrice a nastro acquistare, a questo prezzo è difficile sperare di trovare qualcosa di meglio, sia per quanto riguarda qualità costruttiva sia per la presenza del regolatore di velocità del nastro, solitamente presente su modelli di fascia più alta.

Vai alle offerte migliori su Amazon.it

 

 

 

Skil 1210AA

 

5.Skil 1210AALa semplicità è il cavallo di battaglia di questa levigatrice a nastro di Skil, contraddistinta da una serie di soluzioni tecniche che la rendono intuitiva e facilmente utilizzabile fin dai primi minuti. In particolare si fanno apprezzare il sistema di centratura automatica del nastro e quello che consente di cambiarlo in un batter d’occhio.

Coloro che hanno già avuto modo di utilizzarla hanno rilevato come si tratti di un apparecchio versatile e che ben si presta, per esempio, anche a operazioni impegnative, come la pre-levigatura di porte e tavole di legno.

Per garantire la pulizia del luogo nel quale ti troverai a usarla, la levigatrice di Skil è dotata di un sistema di raccolta della polvere integrato. Il design compatto e il costo contenuto la rendono uno dei nostri consigli d’acquisto, soprattutto in virtù di un ottimo rapporto tra prestazioni e prezzo.

 

Vai alle offerte migliori su Amazon.it

 

 

 

Scheppach BD7500

 

3.Scheppach BD7500Rispetto agli altri modelli di levigatrici recensiti in questa pagina, quello prodotto dall’azienda tedesca si caratterizza per un design completamente diverso e per la possibilità di sfruttare sia la levigazione tramite disco abrasivo sia tramite nastro, entrambi già montati nel momento in cui si estrae l’apparecchio dalla confezione.

Pensata per un utilizzo sia con il legno sia con il metallo, la BD7500 si caratterizza per una potenza media che la rende sicuramente adatta per soddisfare le esigenze degli appassionati di fai da te ma che non è in grado di accontentare chi necessita di un prodotto di stampo semi-professionale.

Tra chi l’ha già provata non si levano solo voci positive ma alcuni fanno notare come sia piuttosto difficoltoso sostituire il disco abrasivo, nonostante sia dotato di velcro, perché l’operazione è possibile solo rimuovendo il piano di lavoro e sballando la sua regolazione.

 

Vai alle offerte migliori su Amazon.it

 

 

Cookies: Su questo sito possono essere presenti cookies tecnici di terze parti che permettono di fare analisi di tipo statistico su visite e comportamento dell'utenza, in particolare si tratta di cookies gestiti da Amazon e Google con il servizio Google Analytics.